Iscrizione anagrafica / residenza dei cittadini UE - ::: COMUNE DI NOVELLARA (RE) :::

guida ai servizi - ::: COMUNE DI NOVELLARA (RE) :::

Iscrizione anagrafica / residenza dei cittadini UE

  • Unità organizzativa responsabile dell’istruttoria: Servizio Anagrafe, Relazioni con il pubblico, Comunicazione

  • Responsabile dell'ufficio: Monica Rossini
  • Telefono: 0522655417
  • Email: urp@comune.novellara.re.it
  • Contatti: urp@comune.novellara.re.it
  • Operatori: Rossini Giorgio - Rossini Monica - Bonini Ilaria - Piacentini Agnese - Lodi Maria Elisa
  • Orari: Lunedì e Giovedi 8.30 - 14.00 - Martedì 16.30 - 18.30 - Mercoledì e Venerdì 8.30 - 13.00 - Sabato 8.30 - 12.00
Descrizione del procedimento:

Il cittadino proveniente da un paese dell'Unione Europea, dalla Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Svizzera e Rep. S. Marino e i suoi familiari (di qualsiasi cittadinanza) hanno diritto a soggiornare nel territorio nazionale per un periodo non superiore ai 3 mesi senza alcuna condizione o formalità.

Successivamente sono tenuti ad iscriversi all'anagrafe del Comune dove hanno stabilito la propria dimora abituale rendendo apposita dichiarazione presso l'URP (vedi allegato) inclusa la dichiarazione obbligatoria relativa al titolo di occupazione dell'immobile presso il quale l'interessato ha fissato la propria dimora abituale (proprietà, locazione o altro).

Gli altri documenti obbligatori per la richiesta di residenza sono quelli specificati nell'ALLEGATO B (nota bene: ogni anno il valore del reddito minimo INPS viene adeguato - vedi allegato).

NOTA BENE:  la documentazione viene presentata allo sportello URP solo su APPUNTAMENTO da richiedere al numero 0522655417 - 422 oppure via mail all'indirizzo: urp@comune.novellara.re.it.

L'Ufficiale d'anagrafe registra la dichiarazione nei due giorni lavorativi successivi.

L'accertamento del requisito della dimora abituale verrà effettuato da parte della Polizia Municipale nei 45 giorni successivi alla dichiarazione resa. Sono previsti controlli a campione nella misura del 30% ogni trimestre.

In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicano gli artt. 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000 i quali dispongono la decadenza dei benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace attraverso la segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza.

Se il cittadino non riceve alcuna ulteriore comunicazione trascorsi i 45 giorni sopra indicati, l'iscrizione si intende confermata. I domiciliati nella stessa abitazione sono automaticamente inseriti in uno stesso stato di famiglia. Se non esistono vincoli di parentela, si può richiedere di essere iscritti in un proprio stato di famiglia. A pratica conclusa l'Ufficiale d'Anagrafe provvederà a trasmettere la variazione anagrafica agli enti citati nel presente procedimento (Rapporti con enti esterni).

N.B. Per effetto della modifica dell'art. 116, comma 13 del Codice della Strada, a partire dal 02/02/2013, sulla patente di guida è stata eliminata l'indicazione della residenza del titolare. Pertanto l'adesivo di variazione dell'indirizzo anagrafico verrà inviato al cittadino solo per il libretto di circolazione dei veicoli di proprietà. Si ricorda a coloro che sono in possesso di più cittadinanze che dovranno utilizzare, durante tutti i loro rapporti nel nostro Paese, la cittadinanza utilizzata per l'ingresso in Italia, in riferimento all'art. 19 2° comma della L. 218/1995.

Al momento della richiesta di iscrizione l'Ufficio rilascia un'attestazione di "richiesta di iscrizione anagrafica"; al termine del procedimento verrà rilasciata (a richiesta) l'"attestazione di regolare iscrizione anagrafica" come previsto dalla normativa vigente.

ATTENZIONE:

1) in caso di ingresso in abitazione già occupata leggere attentamente le disposizioni in allegato (vedi: caratteristiche locali ad uso residenziale);

2) la legge anagrafica n. 1228/1954 stabilisce all’art 11 che “Chiunque avendo obblighi anagrafici contravviene alle disposizioni della presente legge ed a quelle del regolamento è punito, se il fatto non costituisce reato più grave, con l'ammenda da Euro 25,82 a Euro 129,11.

Per le persone residenti nei territori dello Stato in seguito ad immigrazione dall'estero, che non hanno provveduto a curare la propria iscrizione e quella delle persone sottoposte alla loro patria potestà o tutela nell'anagrafe del Comune dove dimorano abitualmente o, se non hanno fissa dimora, ai sensi del precedente art. 2, nonché per chiunque consegue l'iscrizione contemporanea nell'anagrafe di più Comuni, si applica l'ammenda da Euro 51,65 a Euro 258,23.

Entro dieci giorni dalla contestazione o notificazione della contravvenzione, fatta eccezione per le ipotesi previste dal comma precedente, il colpevole è ammesso a fare oblazione mediante pagamento della somma di Euro 0,26 nelle mani dell'ufficiale d'anagrafe che ha accertato la contravvenzione. Le somme riscosse a titolo di ammenda per le contravvenzioni previste nel presente articolo, sia in seguito a condanna, sia per effetto di oblazione, spettano al Comune.

Requisiti Richiesti: - Avere la dimora abituale nel Comune di Novellara, all'indirizzo dichiarato;
- Avere un titolo che attesti la proprietà, il regolare possesso o la regolare detenzione dell'unità immobiliare.
- Avere i requisiti previsti dall'ALLEGATO B.
Modalità di Attivazione: A domanda
Come si richiede : - Presso lo sportello URP previo appuntamento, da fissare al numero tel. 0522655417 o via email a urp@comune.novellara.re.it.
- E' possibile inviare la dichiarazione e tutta la documentazione via email, fax o posta raccomandata secondo le indicazioni specificate nella modulistica.
Tempi: La variazione viene registrata all'anagrafe nei successivi 2 giorni lavorativi dalla data di presentazione della dichiarazione di residenza.
Costi: nessuno
Documenti da presentare: - Dichiarazione di residenza (allegato) per ciascun componente della famiglia: - Codice fiscale; - Documento d'identità e requisiti per il soggiorno (ai sensi di quanto previsto nell'ALLEGATO B);
Riferimenti legislativi (Normativa): L. n. 1228/1954 Regolamento DPR 223/89 D. Lgs 25.7.98 n. 286 art. 13 comma 2 lett. B DPR n. 394/99 D.M. 18.12.2000 art. 5 e 6 Circ. min. Int. n. 16/2007 D.L. n. 47 del 28/03/2014 convertito nella L. 80 del 23/8/2014. Circolare Ministero dell'Interno CNSD n. 14/2014 Del. C.C. 45/2015 D. Lgs. 8.1.2007 n. 3 (permesso sogg. CE) D. Lgs. 6.2.2007 n. 30 Circ.Min.Int. n.19/2007 Circ.Min.Int. n.39/2007 Circ.Min.Int. n. 45/2007 D.lgs 3/02/2007 n. 30 D.Lgs. 28/02/2008 n. 32 Circolare n. 1/2009 Circolare n. 167/2010 Del.Consiglio Comunale 49/2010 D. L. n. 47 del 28 marzo 2014 convertito nella L. n. 80 del 23/05/2014 Circolare Ministero dell'Interno n. 14/2014
Rapporti con Enti Esterni: - Comune di precedente residenza. - Motorizzazione Civile - Agenzia delle Entrate - INPS - AUSL di Reggio Emilia - SABAR - Uffici Comunali
Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (5951 valutazioni)