Salta al contenuto

Occhi che vedono, cuori in ascolto

Nell'ambito del progetto SensOre, due incontri con Ameya Gabriella Canovi, psicologa di sostegno e Phd, autrice del libro "Di troppo amore"

Data:

23-04-2022

L'incontro del 5 maggio 2022 è al completo

Il progetto Sensore, nato nell’ambito del Bando regionale per la promozione e il conseguimento delle pari opportunità e contrasto alle discriminazioni e violenza di genere (l.R. 6/2014) si pone l’obiettivo di individuare e formare dei “sensori di comunità”, figure che, per la loro posizione, possono essere i primi a cogliere segnali di violenza e abuso.

Accade infatti che le donne vittime di violenza cerchino aiuto nei posti a cui hanno più facilmente accesso, come ambulatori medici, negozi di alimentari, abbigliamento, cartolerie, farmacie. Obiettivo dell’amministrazione è coinvolgere queste figure e creare una rete informale capace di cogliere i primi segnali di violenza e manifestarli alle Istituzioni competenti, dando vita ad un sistema di “relazioni responsabili”.

Dopo il corso di teatro per lo sviluppo delle soft skills, competenze trasversali utili a gestire situazioni di grande fragilità emotiva e psicologica, svoltosi nei mesi scorsi, il progetto prosegue Occhi che vedono, cuori in ascolto, due incontri di formazione e riflessione a cura di Ameya Gabriella Canovi, psicologa di sostegno e Phd, autrice del libro “Di troppo amore”, di prossima uscita con la casa editrice Sperling & Kupfer.

Gli incontri si svolgeranno giovedì 28 aprile e giovedì 5 maggio 2022, alle 20:30,  in Sala Civica.

Ingresso gratuito SU PRENOTAZIONE al 3313567073 (lun – sab, dalle 9 alle 13, anche whatsapp)

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

23-05-2022 11:05

Questa pagina ti è stata utile?