Salta al contenuto

Anagrafe Canina - Iscrizione cani e altri animali d'affezione (gatti e/o furetti)

Descrizione del procedimento:
I proprietari di cani (e in alcuni casi anche di altri animali d'affezione come gatti e furetti che devono essere portati in viaggio all'estero), gli allevatori ed i detentori di cani a scopo di commercio sono tenuti ad iscrivere i propri animali all'anagrafe canina regionale del Comune di residenza entro trenta giorni dalla nascita dell'animale o da quando ne vengano, a qualsiasi titolo, in possesso. L'unico sistema identificativo, ai fini dell’iscrizione, è l’impiego del metodo elettronico mediante utilizzo di microchip. L'identificazione dei cani e degli altri animali avviene mediante inserimento sottocutaneo nella regione mediana del collo, lato sinistro (dietro l’orecchio sinistro), di un unico microchip. E’ eseguita dai Veterinari delle strutture organizzative afferenti all’area disciplinare della Sanità Pubblica veterinaria delle AUSL, da Veterinari liberi professionisti accreditati o da Veterinari incaricati della assistenza veterinaria delle strutture di ricovero di cui alla L.R. n. 27/2000. I Comuni garantiscono l’iscrizione all’anagrafe regionale degli animali d’affezione, mediante la registrazione delle informazioni obbligatorie direttamente nella banca dati regionale tramite l’applicativo messo a disposizione dal sistema regionale. Al momento dell’iscrizione devono obbligatoriamente essere registrate le seguenti informazioni: a) codice identificativo dell’animale b) nel caso del cane, segnalamento c) luogo di detenzione dell’animale d) codice fiscale e dati anagrafici del proprietario dell’animale. Il Comune rilascia poi apposita ricevuta di avvenuta comunicazione. Gli animali possono essere iscritti anche presso i veterinari liberi professionisti accreditati al sistema ARAA vedi elenco) e le strutture organizzative afferenti all’area disciplinare della Sanità Pubblica Veterinaria delle AUSL. In merito alla registrazione di cani detenuti da persone domiciliate e non residenti nel Comune si precisa che è corretto iscrivere il proprio cane nell'anagrafe canina dove il proprietario è domiciliato. Tale iscrizione è obbligatoria soprattutto per il rilascio del passaporto europeo, ma in particolare per una tutela dell'animale stesso che nel caso di smarrimento sarebbe più facilmente rintracciabile.

Accedere al servizio

Come si fa

Modalità di Attivazione:
A domanda

Servizio online: No

scia - silenzio assenso:

Cosa serve

Requisiti Richiesti:
Possedere un cane o altro animale d'affezione (gatto o furetto).

Cosa occorre:
Libretto identificativo del cane e codice fiscale del proprietario

Costi e vincoli

Costi

Se il cane è sprovvisto di microchip al momento dell'iscrizione, lo stesso verrà fornito dall'ufficio Urp al costo di € 5,00.

Tempi e scadenze

immediata

Scadenza per il cittadino:
Iscrizione entro 30 giorni dall'avvenuto possesso del cane; 30 giorni per presentare il certificato del veterinario dall’avvenuta denuncia. Gli allevatori ed i detentori di cani a scopo di commercio devono segnalare le cessioni e le vendite di cani ai Comuni di residenza degli acquirenti o destinatari entro 7 giorni dalla avvenuta cessione.

Ulteriori informazioni

Riferimenti legislativi (Normativa):
Regione Emilia Romagna: L.R. 27 luglio 2018, n. 11 (Capo V - Disposizioni per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina e per il benessere animale) Nota del Ministero della Salute del 03/07/14: OGGETTO: Linee Guida relative alla movimentazione e registrazione nell’anagrafe degli animali d'affezione ai sensi dell’Accordo 24 gennaio 2013 tra il Governo, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano, le province, i comuni e le comunità montane in materia di identificazione e registrazione degli animali d’affezione. Regione Emilia-Romagna, DGR 409/2013 del 15/04/2013 - Recepimento dell'accordo sancito in data 24/01/2013 in sede di conferenza unificata in materia di identificazione e registrazione degli animali da affezione Conferenza unificata 24/01/13 - Accordo del decreto legislativo 28 agosto 1997 tra il Governo, Le Regioni e le Provincie Autonome di Trento e Bolzano, le Province, i Comuni e le Comunità montane in materia di identificazione e registrazione degli animali da affezione Nota del Ministero della Salute - Prot. n. 0010/12SP del 11/01/2012: Oggetto: Adempimenti ASL conseguenti all'identificazione volontaria dei gatti e registrazione in anagrafe. Nota del Servizio Veterinario e Igiene Alimenti della Regione E-R prot. n. ASS/VET/ 03/ 21021 del 26/04/03 Oggetto: identificazione cani iscritti a libri genealogici ufficiali Nota del Servizio Veterinario e Igiene Alimenti della Regione E-R prot. n. ASS/VET/02 30787 del 23/07/02 Oggetto: Identificazione e registrazione cani in allevamento Delibera di Giunta Regionale n. 2000/1608 del 03/10/2000 Oggetto: definizione dei criteri, procedure e modalità per l’identificazione dei cani mediante microchips Legge Regionale n. 27 - 07-04-2000 - Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina Legge 14 agosto 1991, n.281 Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo

Rapporti con Enti Esterni:
1. ASL del Distretto competente
2. Regione E.R.

Strumenti di tutela dell' interessato:
Consulta la pagina

Ultimo aggiornamento

30-08-2022 17:08

Questa pagina ti è stata utile?