Salta al contenuto

Autocertificazione (dichiarazione sostitutiva di certificazione)

Argomenti
Famiglia

E’ una dichiarazione scritta e firmata dall’interessato che sostituisce completamente ed in maniera definitiva il relativo certificato. Deve essere presentata, in sostituzione ai certificati, a tutte le Pubbliche Amministrazioni e ai gestori di pubblici servizi e ai privati.

Tali soggetti sono tenuti a effettuare i controlli di veridicità da parte dell'Ufficio che le riceve ai sensi dell'art. 76 del  DPR 445/2000. Nel caso l'autocertificazione sia presentata a privati, dovrà essere corredata dal consenso del dichiarante ad effettuare i controllo presso l'Amministrazioen che detiene i dati.

Grazie all'ANPR (Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente) i cittadini possono consultare i propri dati anagrafici e stampare le proprie autocertificazioni e quelle dei componenti del nucleo familiare mediante l'accesso all'area "Cittadino" tramite SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale o CIE - Carta d'Identità Elettronica.

Dati personali che si possono autocertificare:

  • data e luogo di nascita
  • residenza
  • cittadinanza
  • godimento dei diritti civili e politici
  • stato di celibe, coniugato, unito civilmente, vedovo o stato libero
  • stato di famiglia
  • costituzione di una convivenza di fatto ai sensi della L. 76/2016
  • esistenza in vita
  • nascita del figlio
  • decesso di coniuge, o di parente (ascendente o discendente)
  • tutti i dati a diretta conoscenza dell’interessato contenuti nei Registri dello Stato Civile (nascita, morte, matrimonio, cittadinanza)
  • tutte le situazioni relative all’adempimento degli obblighi militari

A chi si rivolge

Tutti i cittadini italiani ed i cittadini appartenenti all’Unione Europea.
Tutti i cittadini stranieri in possesso del permesso di soggiorno SOLAMENTE per quelle situazioni verificabili presso Pubbliche Amministrazioni Italiane e nei casi previsti in applicazione di convenzioni internazionali fra l’Italia ed il paese di provenienza del dichiarante.
Il cittadino straniero NON può utilizzare lo strumento dell'autocertificazione nei procedimenti disciplinati dalle norme sull'immigrazione. (Cfr. L. 19 del 27/02/2017 art. 5 comma 5).

Accedere al servizio

Come si fa

Modalità di Attivazione:
A domanda

Servizio online:

scia - silenzio assenso: No

Costi e vincoli

Costi

Nessuno

Tempi e scadenze

Immediata

Ulteriori informazioni

Riferimenti legislativi (Normativa):
DPR n. 445/2000 e s.m.i. art. 46 - 47 - 48 - 49 Legge n. 183/2011 art. 15 c. 1 e art. 3 Decreto Legislativo n. 150 del 14 settembre 2015 (Non occupazione). L. 19 del 27/02/2017 art. 5 comma 5 il Decreto Semplificazioni (decreto legge 16 luglio 2020, n. 76), convertito con modificazioni nella Legge 11 settembre 2020, n. 120, ha introdotto un'importante modifica al DPR 445/2000. Deliberazione della Giunta Comunale n.89/ 2000 Determinazione Dirigenziale n. 531/2001; 722/2008; n.223/2015

Ultimo aggiornamento

07-03-2022 14:03

Questa pagina ti è stata utile?