Salta al contenuto

Dichiarazione di riconciliazione dei coniugi

Argomenti
Famiglia
Descrizione del procedimento:

La dichiarazione di riconciliazione e' l'atto mediante il quale i coniugi separati possono dichiarare, ai sensi dell'art. 157 del C.C., davanti all'Ufficiale di Stato Civile dove fu celebrato il matrimonio o davanti all'Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza degli sposi, nel caso in cui il matrimonio sia stato trascritto anche in detto Comune, di voler ripristinare la famiglia attraverso la ricostituzione della comunione materiale e spirituale.

Cos'è:

Atto con il quale i coniugi, di comune accordo, con dichiarazione davanti all'Ufficiale di Stato Civile del Comune di iscrizione o trascrizione dell'atto di matrimonio fanno cessare gli effetti della sentenza/omologa di separazione senza che sia necessario l'intervento del giudice.
Al momento della dichiarazione i coniugi devono, sotto la propria responsabilità, dichiarare la data dalla quale far decorrere la riconciliazione e la ripresa della convivenza.

A chi si rivolge

Ai coniugi

Accedere al servizio

Come si fa

Modalità di Attivazione:
A domanda

Come si richiede:
Istanza rivolta a voce o per iscritto, degli sposi all'Ufficiale di Stato Civile

Dove rivolgersi

All'Ufficio di Stato Civile del Comune dove è stato celebrato il matrimonio o nel Comune di residenza se l'atto risulta trascritto.

Cosa serve

Requisiti Richiesti:
I coniugi devono essere legalmente separati e, di comune accordo, manifestare la volontà alla riconciliazione dichiarando la data dalla quale far decorrere la ripresa della convivenza.

Documenti da presentare:
Documenti di riconoscimento

Costi e vincoli

Costi

L'eventuale richiesta scritta deve essere presentata in marca da bollo di € 16,00

Tempi e scadenze

Immediato

Tempo di risposta:
Una volta resa la dichiarazione l'Ufficiale di Stato Civile, provvede, immediatamente, ad apporre sull'atto di matrimonio l'annotazione dell'avvenuta riconciliazione. Stessa annotazione verrà trasmessa anche al Comune di eventuale trascrizione dell'atto.

Ulteriori informazioni

Riferimenti legislativi (Normativa):
Art. 157 del Codice Civile D.P.R. 396/2000 Circolare ministeriale n. 2 del 26/03/2001

Rapporti con Enti Esterni:
Il Comune di, eventuale, trascrizione dell'atto di matrimonio.

Ultimo aggiornamento

24-02-2022 12:02

Questa pagina ti è stata utile?