Salta al contenuto

Dispersione ceneri

Argomenti
Famiglia

Descrizione del procedimento:
La dispersione delle ceneri è consentita nel rispetto della volontà del defunto analogamente a quanto avviene nella disciplina dell'autorizzazione alla cremazione.

Cos'è:
La dispersione delle ceneri in natura potrà avvenire in aree a ciò destinate, all’interno dei cimiteri, in aree private, comunque all’aperto e con il consenso del proprietario, in territorio pubblico, all’aperto e distante almeno 50 mt. dai manufatti abitativi, in mare, nei laghi e nei fiumi; la dispersione delle ceneri è in ogni caso vietata nei centri abitati.
L'incaricato ad eseguire la dispersione delle ceneri dovrà osservare eventuali prescrizioni informandosi sulle modalità di dispersione del Comune di pertinenza.
L'incaricato ad eseguire la dispersione delle ceneri dovrà comunicare al Comune a mezzo di apposito verbale allegato all’autorizzazione che l’evento è avvenuto, specificando, oltre a luogo, giorno ed ora della dispersione, la modalità di conservazione o smaltimento dell’urna completamente vuota.

A chi si rivolge

La volontà del defunto per la dispersione delle proprie ceneri, nonché il luogo di dispersione, sono manifestate tramite:
- iscrizione ad associazione riconosciuta che abbia tra i fini statutari la cremazione dei cadaveri dei propri associati;
- dichiarazione ritualmente resa dal coniuge, ove presente, e dai congiunti di primo grado ovvero dai parenti più prossimi di pari grado nel caso manchi il coniuge e i parenti di primo grado.

Accedere al servizio

Come si fa

Modalità di Attivazione:
A domanda

Come si richiede:
Con sottoscrizione della domanda allegando la dichiarazione di volontà ritualmente resa dai familiari individuati ai sensi dell'art. 74 del C.C., ovvero allegando copia del testamento olografo depositato, ovvero iscrizione a Società cremazionista

Dove rivolgersi

Ufficio dello Stato Civile del Comune ove è avvenuto il decesso

Costi e vincoli

Costi

1 marca da bollo per la domanda e 1 per l'autorizzazione

Tempi e scadenze

3 giorni dal ricevimento del verbale di avvenuta cremazione

Ulteriori informazioni

Riferimenti legislativi (Normativa):
-- art. 74 e segg. del Codice Civile; -- Circolare Ministero della Sanità 24 giugno 1993, n. 24 - Regolamento di Polizia Mortuaria: circolare esplicativa; - DPR 03 novembre 2000, n. 396 – Regolamento per la revisione e la semplificazione dell’Ordinamento dello Stato Civile; - Legge 130/2001 - Legge Regionale Emilia-Romagna 29 luglio 2004, n. 19 - Disciplina in materia funeraria e di Polizia mortuaria; -Circolare Ministeri dell’Interno n,37 dell’1.9.2004 - Regolamento comunale di Polizia mortuaria 18 dicembre 2010, n. 99 - Legge 76 del 20.5.2016 - Legge 130/2016 art. 9 comma 3

Ultimo aggiornamento

07-03-2022 14:03

Questa pagina ti è stata utile?