Salta al contenuto

Trasporti funebri internazionali e passaporto mortuario

Argomenti
Famiglia

Descrizione del procedimento:
Occorre distinguere tra i paesi non aderenti alla Convenzione di Berlino (R.D.1/7/1937 n.1379) e paesi aderenti (Austria, Belgio, Cile, Danimarca, Egitto, Francia, Germania, Italia, Messico, Olanda, Portogallo, Rep.Ceca, Romania, Slovacchia, Svizzera, Turchia, Zaire) - Convenzione con Città del Vaticano (R.D. 16/6/1938 n.1055) - Convenzioni internazionali in materia di onoranze ai caduti in guerra.

Maggiori informazioni nella documentazione allegata al procedimento.

Cos'è:
Il passaporto mortuario (Paesi aderenti) ovvero l'Autorizzazione al trasporto (Paesi non aderenti) è il documento indispensabile per estradare un feretro / ceneri / resti ossei di un defunto all'estero. Il trasporto funebre da o verso uno Stato estero è regolato, oltre che dal regolamento Nazionale di Polizia Mortuaria, da accordi internazionali bilaterali o multilaterali.

A chi si rivolge

Chi può presentare

Un famigliare o l'Impresa funebre delegata

Accedere al servizio

Come si fa

Modalità di Attivazione:
A domanda

Dove rivolgersi

Comune di Novellara
Ufficio dello Stato Civile - Leva - Elettorale - Servizi cimiteriali
Tel. 0522 655456

Tempi e scadenze

2 - 3 giorni lavorativi dall'acquisizione dei documenti necessari

Ulteriori informazioni

Riferimenti legislativi (Normativa):
- DPR 285/1990 (reg. Polizia Mortuaria) - Convenzione di Berlino R.D. 01/07/1937 n. 1379. - Circolare Ministero della Sanità 24/6/1993 n. 24 (punto 8) - Legge Regionale Emilia Romagna n. 19/2004

Ultimo aggiornamento

30-08-2022 17:08

Questa pagina ti è stata utile?